Passa ai contenuti principali

Review party: So tutto di te, Clare Mackintosh




"Io ti vedo. Ma tu non vedi me. Sei presa dal tuo libro; un'edizione economica, con una ragazza vestita di rosso in copertina. Non riesci a leggere il titolo, ma non ha importanza: sono tutti uguali. Se non è Ragazzo incontra ragazza, è Ragazzo perseguita ragazza. O magari Ragazzo uccide ragazza. Divertente, come coincidenza."  



TRAMA Serrato, appassionante e carico di tensione, So tutto di te è stato per settimane in testa alle classifiche inglesi, confermando Claire Mackintosh come una delle voci più efficaci del thriller psicologico al femminile. Quando la sera torni da lavoro. Quando, passo dopo passo, percorri la strada di sempre. È allora che diventi la sua preda. E se un giorno come tanti, tornando a casa in metropolitana, vedessi la tua foto sul giornale? È quello che accade a Zoe Walker, mamma quarantenne e divorziata di due figli adolescenti. Quando riconosce se stessa nello scatto pubblicato nella sezione annunci personali della Free Press della sua città, Zoe avverte un brivido alla schiena. Cosa ci fa su quelle pagine l’immagine rubata e fuori fuoco del suo volto non più giovane, accompagnata da un misterioso, e inaccessibile, indirizzo web? Ma le brutte sorprese, per Zoe, sono appena cominciate. Qualche tempo dopo, infatti, sullo stesso giornale appare la foto di un’altra donna, corredata dalla solita scritta: quellachestaicercando.com. Pochi giorni e la stessa donna viene ritrovata morta alla periferia di Londra, strangolata da un killer senza nome. Adesso Zoe ne è certa: qualcosa di molto sinistro si nasconde dietro le foto e il sito web che le fa pubblicare. Per il suo compagno e per la polizia si tratta di coincidenze, opinabili somiglianze senza significato; ma mentre il conto delle vittime sale inesorabilmente, l’idea che quella di Zoe possa non essere soltanto paranoia si fa strada nella mente dell’agente Swift, impulsiva e abile detective in cerca di riscatto. Serrato, appassionante e carico di tensione, So tutto di te è stato per settimane in testa alle classifiche inglesi, confermando Claire Mackintosh come una delle voci più efficaci del thriller psicologico al femminile.

Salve lettori, il post di oggi è dedicato al Review Party di So tutto di te, acclamato libro di Clare Mackintosh che esce oggi in Italia grazie a Dea Libri; in fondo all'articolo troverete i link degli altri blog che partecipano a questa iniziativa.

Che cosa faresti se vedessi una tua foto nella sezione annunci del giornale? Potresti pensare a uno scherzo, a un errore, in fondo deve esserci per forza una ragione, ma nessun motivo apparente sembra dare una spiegazione plausibile a Zoe, madre di due figli che ogni giorno fa la pendolare per recarsi al lavoro e che un giorno vede distrattamente una sua foto sulla London Gazette. Inizialmente cerca di non dare troppo peso alla cosa ma quando intuirà che la pubblicazione delle foto di altre donne può  essere correlata a dei crimini entrerà in una spirale di angoscia e preoccupazione che la scrittrice è riuscita a esprimere magnificamente.
L'ansia diventa sempre più percepibile, pagina dopo pagina e rende l'identificazione con la protagonista quasi dolorosa, da una parte la suspense spinge al limite la curiosità, dall'altra verrebbe voglia di urlare alla protagonista "molla tutto e scappa".

La narrazione creata con molteplici punti di vista rende la lettura stimolante e d'impatto, entrare allo stesso tempo nella mente di vittima e carnefice è utile sia a livello narrativo che emozionale, aiuta a capire meglio la psicologia dei personaggi secondari e spinge il lettore a crearsi delle proprie ipotesi, che magistralmente poi vengono distrutte una a una.

Il passato da poliziotta della scrittrice si manifesta nella descrizione minuziosa dei processi investigativi, nonostante questi non siano sempre sotto i riflettori ma si muovano abilmente nel sottofondo del racconto.

Questo libro mina le fondamenta della nostra sicurezza, spinge a dubitare di ogni singolo passo e instilla l'idea che possa esserci qualcuno alle nostre spalle che osserva i nostri movimenti, sempre.

È una sensazione angosciante, che resta con il lettore anche dopo aver letto l'ultima pagina, e porta a interrogarsi sulla sicurezza e sui limiti della tecnologia e dei social, spesso molto più che semplici spettatori nella nostra quotidianità.

Questo è un thriller psicologico davvero d'impatto che merita di essere letto con attenzione e che reputo uno dei migliori letti fino ad ora.

Qui i blog partecipanti all'iniziativa:



Commenti

  1. Ciao! Ho partecipato anch'io al review party di questo romanzo e dire che l'ho amato moltissimo è dire davvero poco! L'autrice mi ha completamente conquistata!
    Da oggi sono tua lettrice fissa ;)
    Passa da me se ti va!
    N.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le capacità della scrittrice sono fenomenali, ti seguo molto volentieri 😊

      Elimina
  2. Vedo ovunque questo libro perciò credo che non potrò non dargli una possibilità! 😊

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se ti piace il genere non puoi proprio lasciartelo sfuggire 😉

      Elimina
  3. Ho trovato l'inizio lento, ma la storia si è ripresa benissimo. La caratterizzazione dei personaggi è stata magnifica. Ho sospettato di tutti per poi ricredermi. Una bella lettura.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È vero ci mette un po' a entrare in azione ma poi, chi lo ferma più?! 😁

      Elimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Recensione: Liberate il cervello, Idriss Aberkane

"Non siamo venuti al mondo per conformarci a un'impronta ma per lasciare la nostra"

Con questa frase chiave possiamo capire al meglio il messaggio intrinseco di questo libro. Sono rimasta molto colpita dall'argomento, sono da sempre appassionata di psicologia ma ammetto di non aver mai saputo che esistessero cose come la neurosaggezza o la neuroergonomia e in questo libro Idriss Aberkane riesce a spiegarle puntando l'attenzione in particolare su quanto queste possano condizionare la nostra vita in diversi campi quotidiani della società. In questo trattato infatti si riesce , grazie a una lettura critica, a comprendere il potenziale del nostro cervello se solo non venisse rinchiuso in una "scatola inadatta al suo contenuto" in campi quali l'istruzione, il marketing, il giornalismo e la politica.
Vi avviso che questo non è un libro in cui troverete tecniche pratiche per diventare esperti di matematica in 10 passi ma è un saggio vero e proprio, in grad…

Il maestro, recensione e intervista a Francesco Carofiglio

Buongiorno lettori in questo post vi parlerò del nuovissimo libro di Francesco Carofiglio, uscito ieri per Piemme, e della chiacchierata con l'autore che ho avuto occasione di fare insieme ad altri blogger. 
Ammetto che sebbene ne avessi sentito parlare non avevo mai letto nulla di questo scrittore e questo mi ha concesso di essere catturata subito dallo stile di scrittura evocativo e coinvolgente. Il libro non è molto lungo, ma nonostante questo riesce a raccontare tutto e nella maniera migliore per il lettore, avrei solo voluto averne un pochino di più per restare immersa per un altro po' nella stanza creata da Carofiglio, ero davvero coinvolta.  Il libro viene raccontato dal punto di vista del "Maestro", un anzione signore che vive da solo che ha come unica compagnia Alessandra, la ragazza che ogni giorno gli porta il pranzo. Grazie ai suoi racconti e ricordi riusciamo a intravede un barlume di quella che è stata la sua vita e carriera di grande attore e di come …

Recensione: La distanza tra le stelle, Lily Brooks-Dalton

Il mio primo pensiero terminato questo libro è stato: non può finire così, alla mia copia mancano decisamente le pagine finali! Ma ahimè è proprio così che termina la storia e ora cercherò di spiegarvi le mie sensazioni su questo libro (senza rivelare troppo ovviamente). 
Ammetto che ho comprato il libro a scatola chiusa perché, appassionata di astronomia quale sono, ogni libro ambientato nello spazio per me ha un fascino irresistibile e sebbene il finale mi abbia lasciato sorpresa non sono affatto pentita della mia scelta.

"Un tempo i mutamenti del cielo sopra di lui contavano più del terreno che aveva sotto i piedi, ma ora non più. Aveva tenuto gli occhi alzati troppo a lungo, era arrivato il momento di pensare alla terra, d'immaginare la vita che presto sarebbe riaffiorata in superficie." 



TRAMA Augustine ha dedicato la sua esistenza allo studio delle stelle. Non ha mai avuto una famiglia, né un vero amore; ha invece sempre avuto il suo telescopio, lassù, in un osserv…