lunedì 22 giugno 2015

"Il confine del silenzio". C. L. Taylor


Sono.senza.parole. Letteralmente.
Uno dei thriller di maggior impatto che ho letto negli ultimi tempi. Il libro e' talmente intrigante e coinvolgente che non riesci a staccare gli occhi dalla pagina. Inoltre il continuo alternarsi della narrazione dai tempi nostri al passato della madre di Charlotte crea una suspence veramente d'effetto. Si viene in qualche modo risucchiati dal libro come in un vortice e non ne si riesce ad uscirne, quasi neanche dopo l'ultima pagina. Non per questo l'ho finito in una notte. 
Leggetelo non ve ne pentirete, edito da Longanesi, qui la trama: 

Sue Jackson è una donna realizzata: ha una famiglia felice, un marito con una solida carriera politica, una bella casa. Ma quando la figlia quindicenne Charlotte entra in coma in seguito a un grave incidente con un autobus, tutta la sua felicità va in pezzi. Eppure, se possibile, il ricovero della ragazzina in terapia intensiva non è l'incubo peggiore che Sue deve affrontare. C'è infatti il terribile sospetto che non si tratti di un incidente, ma di un tentativo di suicidio... Sue, disperata e in contrasto con il marito che nega qualsiasi ipotesi di suicidio, fa quello che solo una madre disperata può fare: apre il diario di Charlotte. "Nascondere questo segreto mi sta uccidendo" è la spaventosa frase che spunta dai meandri della vita di una ragazza inquieta. Sue scoprirà aspetti della vita della figlia, e della propria, che aveva disperatamente cercato di rimuovere, in un processo di discesa agli inferi che coincide con la scoperta di un male sempre più oscuro, sempre più difficile da arginare, che sta inghiottendo la vita di tutti...

Buona lettura :)

2 commenti:

  1. Ciao:)
    Mi sono appena iscritta al tuo blog,se ti va passa nel mio angolino letterario!
    Questo libro sembra veramente interessante...l'ho segnato in wishlist!Adoro i Thriller**

    RispondiElimina
  2. Ciao!! Benvenuta :) certo darò un'occhiata!! Questo libro merita davvero ;)

    RispondiElimina